EMERGENZA COVID-19 in UGANDA e a KALONGO

EMERGENZA COVID-19 in UGANDA e a KALONGO

5 Ott 2020

La situazione in Uganda si sta aggravando. Al 30 settembre, il Ministero della Salute ha confermato 8.129 casi positivi accertati su 480.037 tamponi eseguiti, mentre a inizio luglio i casi totali erano 935.

Come si temeva da mesi, il COVID ha raggiunto in questi giorni l’ospedale di Kalongo che ha registrato i primi casi positivi. 9 persone contagiate immediatamente ricoverate nell'unità d’isolamento, 2 trasportate all’ospedale regionale di Gulu, come da protocollo governativo. Si attende l’esito dei tamponi fatti ai loro familiari e a 171 membri dello staff dell’ospedale, per cercare di capire l’entità dell’emergenza in corso.

La Fondazione Ambrosoli ci aggiorna sui dati e sulla situazione locale: il dr. Smart, CEO dell'ospedale e parte della task force distrettuale, è estremamente preoccupato, perchè come abbiamo imparato la situazione attuale potrebbe rappresentare solo la punta dell'iceberg delle reali infezioni.
E le difficoltà "croniche" della popolazione di Kalongo non cessano, anzi - malaria, tubercolosi, criticità nella salute materno-infantile - sono solo aggravate dagli effetti delle limitazioni di movimento e delle conseguenze sull'accessibilità alle cure.

Sappiamo che i nostri colleghi e amici faranno di tutto per poter gestire al meglio anche questa nuova emergenza. Siamo con loro nella difficoltà.